Make your own free website on Tripod.com

LA VENDITA E LA SOCIETA'

Una ricostruzione preziosa e diretta delle vicende legate all'acquisto da parte della societa' per azioni Is Arenas(diventata srl nel 1988) dei terreni sui quali chiede di edificare un insediamento immobiliare, e' stata pubblicata su un periodico locale "La Gazzetta di Oristano"n.3 del lontano 18 giugno 1967.Si tratta di un documento importante, rinvenuto dopo lunghe ricerche, che chiarisce i rapporti tra il comune di Narbolia e la societa' Is Arenas e descrive nei minimi dettagli anche le modalita' di svolgimento del consiglio comunale del paese.
L'autore e' un testimone diretto di quegli anni, all'epoca dei fatti era proprio consigliere comunale di Narbolia.Si tratta del geometra Peppino Carrus, democristiano; dato il rilevante valore storico del pezzo e la precisione nel citare date, fatti e personaggi, lo pubblichiamo integralmente qui di seguito.

"12 luglio 1962:il Consiglio Comunale di Narbolia delibera di vendere il mappale 2 foglio 1 per la superficie di ha 157.55.60 alla S.p.A. Is Arenas della quale e' amministratore unico l'avv. Virgilio Vallon, per il prezzo di L.30 al mq. A questa riunione di consiglio partecipo' anche l'avv.Vallon il quale con la sua presenza e con i suoi interventi influenzo' certamente la volonta' dei consiglieri. La deliberazione nonostante l'opposizione del sottoscritto, sufficientemente motivata dall'esiguita' del prezzo ancorche' dall'esonero per la societa' Is Arenas di versare adeguate garanzie, fu approvata dal Comitato di Controllo in data 11 ottobre 1962.
1 novembre 1962:in forza della deliberazione di cui sopra, l'allora sindaco di Narbolia stipula con l'avv.Vallon una promessa di vendita, resa esecutiva dal Comitato di Controllo in data 12/11/1962.Questa promessa di vendita, mentre impegna in tutti i sensi il Comune, non richiede all'altra parte contraente adeguate contropartite, eccetto una vaga promessa di valorizzazione turistica.
4 maggio 1964:la Giunta Municipale affida agli avvocati Piero Sanna e Antonio Uras del foro di Oristano, mandato di curare, fino alla definizione, la pratica tendente ad ottenere la declaratoria di proprieta' del terreno da parte del comune di Narbolia ancora intestato all'Ente Ferrarese di colonizzazione.Gli onorari dei due professionisti, nonostante fossero stati nominati dal Comune, vennero corrisposti dall'avvocato Vallon.
10 maggio 1966:la societa' Is Arenas invia al comune di Narbolia una lettera con la quale porta a conoscenza che i soci della societa' medesima, avevano deciso di ritenersi svincolati dall'acquisto.Tale lettera mentre toglieva alla societa' Is Arenas qualsiasi diritto o privilegio in forza della promessa di vendita a suo tempo stipulata, rimetteva il Comune nel pieno diritto di proprieta'.Ogni altra decisione o trattativa, quindi, circa l'immobile trattato, rientrava amministrativamente nelle attribuzioni del Consiglio Comunale di Narbolia.Il Sindaco e la Giunta di Narbolia invece contravvenendo alle piu' elementari norme di correttezza amministrativa, continuarono le loro trattative con l'avv.Vallon.Il Consiglio Comunale seppe di questa lettera quasi un anno dopo.
19 aprile 1967:perviene al Sindaco di Narbolia un'altra offerta per l'acquisto del terreno sopra descritto;offerta che supera di 30 milioni quella della societa' Is Arenas. Il Sindaco e la Giunta non la prendono neanche in considerazione, mentre non nascondono ne' sollecitudine ne' il frenetico entusiasmo di vendere alla societa' Is Arenas.


19 maggio 1967:si riunisce il Consiglio Comunale per deliberare sul " perfezionamento vendita terreni Sinis".Sono presenti 14 consiglieri su 15, oltre all'avv.Virgilio Vallon ed al suo, non meglio identificato, segretario.La discussione si protrae a lungo: interviene il sottoscritto,il consigliere Careddu e altri;il segretario ; legge il testo della deliberazione gia' preparato;l'avv.Vallon interviene piu' volte nella discussione nonostante gli fosse stato vietato in apertura di seduta.In questa circostanza la presenza e gli interventi dell'avv. Vallon influenzano certamente la volonta' dei consiglieri e tolgono al Consiglio la facolta' di esaminare con la dovuta' serenita' , senza l'intervento di persone estranee,in special modo di quelle aventi parte in merito.In seguito a tali interventi, il sottoscritto con altri 4 consiglieri abbandonano la seduta in segno di protesta.I restanti 9 consiglieri rimasti, sempre alla presenza delle persone estranee sopra ricordate, deliberano all'unanimita' di alienare l'immobile alla societa' Is Arenas.Il testo della deliberazione, trascritto in fretta e furia viene consegnato a mano nella stessa notte all'avv.Vallon.A questo punto entra in ballo, tra gli orchestrali il segretario comunale, il quale nel redigere il testo si astiene volutamente di indicare la presenza dell'avv.Vallon e dei suoi interventi in merito alla discussione.Contravvenendo ad un suo preciso dovere, si astiene anche da fare il minimo accenno agli interventi ed argomenti apposti dal sottoscritto e da altri in sede di discussione.Tutto il resto della deliberazione nasconde volutamente l'andamento acceso ed appassionato della riunione e il motivo e' facile capirlo.
La popolazione di Narbolia si rifuta di credere che la superiore autorita' amministrativa permetta una speculazione di cosi' grande portata a danni non solo della collettivita' narboliese, ma dell'oristanese in generale.A cosa e' valso dunque il sacrifizio di tanti anni ed i miliardi della Cassa spesi dal 1950 in poi se si permette ad un manipolo di ignavi di disfarsi di una tale ricchezza ?
L'avv.Vallon pare che vanti alte protezioni nell' Assessorato agli Enti Locali ed in quello al Turismo, dove pare abbia cominciato ad inoltrare pratiche per godere delle provvidenze previste dalla legge 588, in materia turistica.
Il gioco, anche se poco chiaro non e' difficile capirlo,si tratta di fornire il terreno delle infrastrutture indispensabili (acqua, luce, strade) usufruendo a larghe mani dei contributi regionali e statali e poi lottizzare e rivendere a 1.500-2.000 lire al mq , guadagnando miliardi nel breve volgere di pochi anni. A questo punto e' logica quindi una domanda: che interesse hanno il Sindaco e la Giunta di Narbolia, per questa operazione che lo stesso comune avrebbe potuto attuare a beneficio esclusivo dei suoi cittadini e dell'intera zona ? Perche' tante reticenze anche nel verbale dell'ultima deliberazione consiliare? Perche' tenere celata al consiglio Comunale per quasi un anno la lettera con la quale la societa' Is Arenas dichiarava di ritenersi svincolata dall'acquisto? Infine perche' far partecipare l'avv. Vallon alle riunioni di Consiglio con l'intendimento d'influenzare in suo favore i consiglieri ?
Tutte domande che la popolazione si pone ed a cui forse non si dara' mai una risposta."
(articolo di Peppino Carrus, da La Gazzetta di Oristano, n.3, del 18 giugno 1967).


La società Is Arenas spa propose da subito la realizzazione di un maxi insediamento turistico di 25.000 abitanti con oltre un milione di metri cubi di cemento ."Il primo intervento esecutivo interessa un lotto di 157 ettari dove sono previsti 2 alberghi (altezza consentita 12 metri,cioè 3 piani),un villaggio turistico,un complesso di residenze singole a piano terra (altezza massima 3.8 m), ed un centro dotato di tutte le attrezzature : ristoranti, night, boutiques, bar, dogana, banca, posta, ambulatorio, uffici comunali di polizia, centro culturale, cine-teatro, chiesa, asilo, negozi, supermarket, club nautico, scalo d'alaggio, rimessa e riparazione dei natanti, rifornimento natanti, piscine, attrezzature balneari e sportive di pubblica utilizzazione"(dal giornale TuttoQuotidiano del 3/6/1975).

Questo primo maxi-progetto non verrà mai realizzato ; la società dell'avvocato Vallon fallisce nel 1974 e gli subentra una nuova gestione , quella del prof. Piero Maria Pellò ( La Nuova Sardegna 7/01/93 ). La società Is Arenas ha comunque gia' realizzato nella sua proprietà :
- un edificio adibito a centro operativo ;
- sistema viario di 35 Km ;
- linee di interconnessione con l' Enel (con tre distinte cabine di trasformazione) ;
- la rete idrica con 20 pozzi in collegamento con quella del Consorzio di Bonifica del Campidano di Oristano;
- un campo sperimentale (6 ettari) per i manti erbosi e un impianto golfistico da tre buche con campo pratica.Sono in corso i lavori della rete acquedottistica e fognaria, sistemazione e completamento della viabilita' esistente e il terzo allacciamento con Enel in media tensione.E' dotata di nucleo di 11 dipendenti diretti e 15 operai di una cooperativa locale che provvedono alla manutenzione forestale .


LA SOCIETA'

L' attuale Is Arenas s.r.l. , nasce come Is Arenas Immobiliare Agricolo Industriale S.p.A. il 13 giugno 1962, attraverso l'atto costitutivo redatto presso il Palazzo Sotico di Oristano, in piazza Roma, dal notaio Benedetto Mura di Ghilarza.
La prima cosa che desta curiosita' e' la data: infatti gia' prima della costituzione della societa' il consiglio comunale di Narbolia, il 12 giungo 1962 (come abbiamo letto nella ricostruzione di Peppino Carrus) delibera di venderle il terreno richiesto.Ovvero un consiglio comunale ha deciso di vendere un terreno, ad un soggetto giuridico che ancora non esisteva.

La Is Arenas e' iscritta nel registro delle società presso il tribunale di Cagliari (fascicolo 3219 ) , registrata alla Camera di Commercio di Cagliari ( n° 51980 ).
Sono presenti alla costituzione l'avv.Virgilio Vallon, nato a Muggia il 10 ottobre del 1919 e Ferruccio Polo nato a Jesolo il 27 settembre 1911.Il capitale sociale iniziale e' di un milione di lire.

"La Societa'- si legge nello statuto originario, all'art.2- ha per oggetto l'esercizio di attivita' immobiliari, agricole ed industriali con capitali investiti in Sardegna....".

La sede attuale della srl è a Cagliari in via Messina 33 .
Nel 1988, si ha una modifica importante con il passaggio da S.p.A. a s.r.l. , con un capitale sociale di 5.200.000.000 di lire .

Un forte aumento di capitale, si ha il 29/5/92:
da 5.200.000.000 a 10.000.000.000 (dieci miliardi).
8.714.284.000 , costituiscono oggi il capitale interamente versato. L'oggetto sociale della s.r.l. è stato integrato il 27/7/94 come segue : " La società ha per oggetto lo sviluppo di iniziative turistiche tendenti a valorizzare il patrimonio immobiliare acquisito o da acquistare... con la gestione ... costruzione... diretta o indiretta ".
Le quote sociali risultano attualmente così suddivise :

- La Antil B.V. , (del gruppo BSI , Banca della Svizzera Italiana) una società che ha sede in Olanda, (Zilstraar 1-10-74.2011 TR Haarllem, Rotterdam), detiene il 46,23% delle quote, con L. 4.028.558.000;
- La Promozioni Immobiliari s.r.l. di Milano detiene il 42,31%, con L. 3.687.212.000;
- La Gifin S.p.A. di Roma detiene l' 11,46% , con L. 998.514.000.
Il Consiglio di amministrazione della Is Arenas srl e' composto da tre persone:
- Presidente Raffaele Stracquadanio , nato a Castelfidardo il 14/03/1930 , residente a S. Donato Milanese, via Trivulziana 34 ;
-Michel Vauclair (consigliere), nato a Fahy, Cantone Yura ( Svizzera ) il 29/5/47, residente a Ginevra 80 Chemin Sfrank Thomas, 1208.
- Giuseppe Genoni (consigliere) , nato a Galliate (NO) il 27/4/1961, domiciliato a Novara in via Giotto 2.

Tutte e 4 le società del gruppo hanno conferito una procura generale, con ampio mandato di rappresentanza, al prof.ing.Piero Maria Pellò, nato a Milano l'11/12/1935, residente a Cerano(NO),via Borghetto 1, ex consigliere di amministrazione ENEL (indicato dal PSDI, partito socialdemocratico) dal 1987 al 1992.L'ing.Pello' e' quasi sempre colui che in pubblico rappresenta gli interessi della societa'.
Fra gli altri si sono succeduti nel Consiglio di Amministrazione :
- Giorgio Ghiringhelli, Giorgio Strini, Carlo Felisso, Reto Francesco Kessler, Umberto Pizzorno, Giovanni Corti , Alberto Sabbadini, Silvia Pellò.
Inoltre la Is Arenas s.r.l. forma il " Gruppo societario Is Arenas " con : - Is Arenas Hotel Residence s.r.l. , sede in Oristano,via Segni 23, capitale sociale L.37.000.000,prima 20.000.000 ( partecipazione al 30 % delle quote ), amministratore unico Pietro Marchi; ex Rosanna Falciola;
- Is Arenas Sporting Club s.r.l., con sede in Oristano,via Segni 23, capitale sociale L. 90.000.000 , amministratore unico, Marco Gatti; ex Rosanna Falciola;
- Is Arenas Hotel del Mare (ex Golf Club) s.r.l. , con sede in Oristano,via Segni 23, capitale sociale L.108.000.000, prima 25.000.000.
Le quote della Hotel Residence srl sono così suddivise:
-S.I.RE.F. spa (Società italiana di Revisione e Fiduciaria, con sede in Milano, corso Matteotti 1), con 83.78 %;
-Is Arenas srl , con 15.67 %;
-Is Arenas Sporting Club srl , con 0.54 %;
Le quote della Is Arenas Sporting Club srl sono così suddivise:
-Is Arenas srl , con 99 % ;
-Is Arenas Hotel Residence srl, con 1 %.
Le quote della Is Arenas Hotel del Mare (ex Golf Club) srl sono così suddivise:
-Is Arenas srl , con 83.14 %;
-S.I.R.E.F. spa , con 9.25 %;
-PLASTILEX S.A. (Riva Paradiso-6902 Paradiso-Ticino-Svizzera) , con 7.04 %.
Le tre società ( Hotel Residence, Sporting Club e Golf Club) sono state costituite nel 1989 (ciascuna con 20 milioni) con capitali di :
- Promozioni Immobiliari srl, sede a Milano, Largo Corsia dei Servi 3, capitale sociale 920.000.000, amministratore unico Luciano Falciola ;
- FINLINE srl, sede a Milano, Largo Corsia dei Servi 3, capitale sociale L.10.000.000.000, presidente del consiglio d'ammnistrazione Luciano Falciola.
La quota di partecipazione in tutte queste società è, per il 99%, della Promozioni Immobiliari srl e, per l' 1%, della FINLINE srl.
Sempre dalla relazione già citata, risulta che la Società Is Arenas srl ha un totale debiti di L.1.477.834.908.
I debiti verso le banche ammontano a L. 1.057.150.736, di cui L. 699.383.991 sono scoperti di conto corrente con i seguenti istituti di credito: Creditwest Milano, Banca Commerciale Milano, Credito Lombardo.

Nel Bilancio della Is Arenas srl del 1994, nella voce "Studi, ricerche e progettazioni"(£.2.346.497.999), £ 2.022.798.266, sono illustrati nella nota integrativa come "Costi relativi ad attività professionali per attività di direzione delle operazioni sociali e coordinamento dell'attività di cantiere, per attività di progettazione e di frazionamento dei vostri terreni e per attività di consulenza finanziaria e di assistenza presso gli enti locali ".


-clicca qui per andare a LA BANCA DELLA SVIZZERA

-clicca qui per tornare alla HOME PAGE DEL DOSSIER IS ARENAS